Tumore alla prostata operare o no

Dal punto di vista istologico la neoplasia è classificabile in:

Dopo gli 80 anni la maggior parte degli uomini ha il tumore alla prostata, ma è asintomatico, quindi il paziente non sa di avere questa massa.
Generalmente non colpisce i giovani o le persone di 30/40 anni.

La prostata è una ghiandola propria solo dei maschi che:

5) Il collegamento tra latte intero e carcinoma prostatico mortale può essere dovuto agli effetti dei grassi contenuti nel latte (soprattutto i grassi saturi) e altri fattori (inclusi obesità ed eccesso di insulina).
Il latte intero ha un contenuto di grassi saturi circa 40 volte superiore rispetto al latte scremato.

Secondo i dati di uno studio scientifico pubblicato su Pubmed, il latte scremato / magro nell’alimentazione aumenta il rischio di tumore non aggressivo (tumore di basso grado o allo stadio iniziale).
Se una persona beve il latte intero ha più probabilità di:

  • Non essere in grado di urinare
  • Avere difficoltà nell’avviare e mantenere il flusso di urina
  • Bisogno di urinare spesso, soprattutto di notte (nicturia)
  • Flusso di urina debole
  • Dolore o bruciore durante la minzione
  • Bisogno urgente di urinare
  • Ritenzione di urina nella vescica
  1. Adenocarcinoma NAS o Non Altrimenti Specificato (95 %),
  2. Adenocarcinoma di tipo mucinare,
  3. Carcinoma duttale,
  4. Carcinoma neuroendocrino (a piccole cellule),
  5. Carcinoma indifferenziato non a piccole cellule,
  6. Carcinoma a cellule transizionali,
  7. Carcinosarcoma.

Qui può causare la formazione di metastasi ossee di tipo osteoaddensante (con aumento della massa ossea).
Di solito, la diffusione ai linfonodi precede di 12-36 mesi la formazione di metastasi ossee.
Le metastasi viscerali sono rare ( o =80

Il carcinoma della prostata si sviluppa nella parte esterna della ghiandola prostatica, mentre l’adenoma (ipertrofia prostatica benigna) colpisce prevalentemente i lobi centrali,
Il tumore supera la capsula prostatica ed invade precocemente i linfonodi del bacino e della regione pelvica.
In seguito, può diffondersi alle ossa di:

You Might Also Like