Prostatite che non passa

6)se si fuma, spegnere la sigaretta perchè la nicotina ha un’azione irritante sulla vescica;

3)lo stesso vale per le bevande come il caffé, il tè,le bibite gassate od alcoliche;

4)altra cosa importante è bere con intelligenza ad esempio durante tutto l’arco della giornata sono consigliati almeno 2–3 litri di liquidi, soprattutto acqua (se non esistono altre controindicazioni di ordine generale), smettendo però di bere almeno tre-quattro ore prima di andare a letto;

2)limitare l’assunzione di alcuni alimenti tipo cioccolato, uova, frutta secca, formaggi stagionati, ecc ;

come già in parte indicato in precedenti post, oltre alle indicazioni già ricevute dal suo urologo, si ricordi sempre, quando sono presenti queste “problematiche urologiche”, che possono essere utili alcune indicazioni anche di tipo dietetico-comportamentale (ho visto che in parte già le segue):

7)tenere d’occhio la bilancia infatti, se obesi , spesso perdere peso migliora il quadro clinico, infatti il grasso accumulato sul giro vita può aumentare la “pressione” sulle vie urinarie e peggiorare i sintomi;

5)combattere la stitichezza quindi fare una dieta ricca di fibre e praticare una regolare attività fisica;

1)vita sessuale regolare , non lunghi periodi di astinenza;

8)infine ultimo consiglio, ma non meno importante, quello di ascoltare sempre attentamente il proprio medico di famiglia e lo specialista urologo che la stanno seguendo.

3. LIQUIDO SEMINALE (presenza di secrezioni prostatiche )

Quindi, ricapitolando, negli ultimi 4 mesi ho assunto, a cicli:
– Rocefin (associata a Topster), bene all’inizio, poi male
– Neo Furadantin (associata a Topster), bene all’inizio, poi male
– Urotractin (associata a Topster), benissimo all’inizio, poi male
– Permixon

ed ora il medico mi prescrive questa nuova terapia.
Il Cistalgan mi suona nuovo. cosa ne pensa lei?
Grazie mille, lei è davvero prezioso.
Cordiali saluti.

Gentile Dottore, buonasera.
Volevo un pò aggiornarla.
Dopo la terapia di urotractin di inizio mese, sembra che le cose vadano meglio.
Le evenienze che soffro maggiormente al momento sembrano essere i rapporti sessuali con mia moglie e le lunghe sedute su sedie imbottite.
Entrambe le situazioni mi provocano disagio, nel senso che se sto seduto su una sedia morbida dopo 10 minuti sento dolore (in macchina invece uso un cuscino), così come a volte il giorno dopo aver avuto un rapporto sessuale mi sento infiammato.
Oggi ho conosciuto un ulteriore urologo (lavoro spessissimo, per la mia professione, a stresso contatto con medici) che mi ha confidato che secondo lui la mia prostatite potrebbe avere origine batterica, perchè se fosse solo non batterica sarei guarito da tempo.
Secondo la sua esperienza (è un medico ex ospedaliero con 40 anni di esperienza) l’unico antibiotico efficace in questi casi sarebbe il vecchio bactrim.
Effettivamente, ogni volta che ho fatto un ciclo di terapia con antibiotici o antibatterici (es., rocefin, neo-furadantin, urotractin, che ho assunto negli ultimi 8 mesi) sono stato meglio, ma non sono mai guaito del tutto.
Cosa posso fare?
Quale strategia devo seguire?
Il mio attuale urologo sembrerebbe contrario agli antibiotici.
Grazie mille.
A presto.

Gentilissimo. la disturbo ancora. le cose vanno purtroppo come di solito. faccio la terapia, sto meglio, ma come devio di poco, di pochissimo dalle regole, ricasco nei soliti malesseri.
Ieri ho avuto un normalissimo rapporto sessuale con mia moglie, ed oggi il dolore sordo (che si era placato dopo la terapia degli ultimi giorni. ) si è ripresentato.
So bene che non devo astenermi completamente e so bene che devo evitare pratiche potenzialmente dannose per la prostata (come dice il mio urologo, non devo avere molti preliminari, devo evitare il coito interrotto, devo andare dritto al sodo, ed è quello che faccio. ), ma, nonostante sappia bene come devo comportarmi, non guarisco.
sulla dieta ormai sono rigorosissimo, ho completamente eliminato qualsivoglia alimento irritante per le vie urinarie.

– Esame colturale germi comuni e miceti

– Ricerca Chlamydia trachomatis metodica PCR
– Ricerca Micoplasma genitalium metodica PCR
– Ricerca Ureaplama urealyticum e Micoplasma hominis
– Esame colturale germi comuni e miceti

Salve Dottore.
Seguirò decisamente il suo consiglio, la prossima settimana mi organizzo per eseguire la spermiocoltura.
Dopo un viaggio in freccia rossa di ieri e 3 ore di riunione seduto su una sedia morbida, ho di nuovo dolore sordo alla prostata.
Oggi ho sentito telefonicamente il mio urologo, per fare il punto della situazione.
Secondo lui, si tratterebbe di spasmi e non di infezione batterica, e mi avrebbe prescritto un ciclo di due settimane di:
1) Profluss
2) Cistalgan, due compresse al giorno.

– Esame colturale germi comuni e miceti

You Might Also Like