Prostata infiammata

I farmaci che comunemente vengono prescritti sono:

Incontinenza urinaria. Con improvviso ed incontenibile bisogno di urinare.

Lo specialista da interpellare in presenza dei succitati sintomi è l’urologo. Questi formulerà la diagnosi basandosi su:

La prostata è una ghiandola dell’apparato genitale maschile che assolve al compito di secernere il liquido seminale che, insieme agli spermatozoi prodotti dai testicoli, costituisce lo sperma. La sua infiammazione, che può essere causata da vari fattori, è una patologia che va sotto il nome di prostatite. Come ogni processo infiammatorio la prostatite è caratterizzata dall’ingrossamento dell’organo causato dalla abnorme afflusso di sangue e dall’edema, ossia accumulo di liquido nello spazio intracellulare. Liquido che l’aumentata permeabilità delle parete dei vasi lascia filtrare dal torrente sanguigno.

Prostatite cronica.

Evacuazione difficoltosa ed incompleta della vescica.

Alfa bloccanti. Sono utilizzati per tenere sotto controllo e lenire i sintomi urinari. Essi infatti hanno la proprietà di rilassare i muscoli prostatici e del collo della vescica favorendo un miglior deflusso delle urine.

Soffrire di problemi della vescica per cui si necessita l’uso di un catetere per drenare le urine. L’introduzione di questo nell’uretra può produrre irritazione ed infezioni della prostata.

Soffrire di una infezione della vescica o della uretra. Gli agenti patogeni possono facilmente infettare la ghiandola data la contiguità anatomica. Pericolose sono le condizioni in cui la cura con antibiotici non eradichi completamente l’agente patogeno. Questo può annidarsi nella ghiandola e dar luogo ad una prostatite cronica. Prostatite che risulterà particolarmente difficile da curarsi. Per evitare tali problematiche quando si effettua una terapia antibiotica bisogna condurla fino al suo termine e non sospenderla appena si remissione della sintomatologia.

You Might Also Like