La Spalla Dolorosa


Tendiniti (tenosinovite) & Tendinosi (Entesopatia cronico degenerativa)

Le prime sono delle affezioni acute, infiammatorie, dei tendini. A livello della cuffia dei rotatori più spesso del tendine capo lungo del bicipite omerale.
Questo tendine si fissa sulla doccia bicipitale e controlla il sollevamento del braccio ed un trauma da caduta (facendo leva sulla spalla) od uno stiramento dell’arto possono infiammarne la guaina di scorrimento (il tendine vi passa dentro come in un tunnel grazie ad un esile film liquido che evita l’attrito).

L’ecografia è metodica di scelta nella sua diagnosi.

Ultimo Aggiornamento 11 Agosto 2013

BORSITE SUBCACROMION DELTOIDEA O DELLA SPALLA

Nell’immagine sotto, la doccia è sì disabitata ma il tendine è sano seppur dislocato medialmente da lussazione completa metatraumatica .

Diagnostica delle principali patologie di interesse ortopedico reumatologiche dell’articolazione scapolo-omerale: dalle tendiniti e borsiti alle periartriti, dalla spalla dolorosa (o bloccata) alla rottura della cuffia. La sindrome da conflitto.

La scansione longitudinale permette di definire meglio la concorrenza di una distensione essudativa della guaina di scorimento del capo lungo del bicipite .

La periartrite , cos’è?
Con questo termine si è assommato, in mancanza di moderni supporti strumentali come l’ecografia e la Risonanza magnetica, tutto quel gruppo di malattie che radiologicamente escludevano una pertinenza delle strutture ossee della spalla e più in generale delle grosse articolazioni e che intuitivamente coinvolgevano i tessuti molli di sostegno, peri-articolari, con riferimento particolare ai tendini e muscoli la cui azione è alla base del movimento delle ossa.
In questo termine rientrano perciò tutta una serie di condizioni cliniche che comprendono processi infiammatori e degenerativi, rotture franche, parziali e totali della cuffia dei rotatori.

La settimana scorsa ho fatto una citoscopia, nulla uretra regolare, l’esame che doveva provocarmi un leggero fastidio, mi ha fatto un male cane, mi hanno riferito di non aver mai visto una cosa del genere un ipertono sfinterico (non sono sicuro del termine) ed è sicuramente la causa per cui io non svuoto la vescica problema che già conoscevo da tempo e quindi presumo non sia la causa dei miei dolori. Ora vogliono fare una RM.

La ringrazio Dottore, non ho ancora risolto il mio problema

Insisto per farmi una spermiocultura (avevo già fatto un ciclo di ciproxin 6 gg) e risulta positiva Eschirichia coli. (ho iniziato da 7gg con un altro antibiotico).

Effettuo ecografia scrotale dove si evidenzia l’epididimo sinistro, nella sua porzione candole (. ) retro-infratesticolare, appare poco dilatato, possibile esito di un recente fatto infiammatorio. Vi è la presenza di due piccole formazioni rotondeggianti anecogene, di tipo cistico, nella testa degli epididimi, con diametri rispettivamente di 3 mm a dx e di 4,5 mm a sn.
Simmetrica la vascolarizzazione intra e peritesticolare sial color che al power doppler. Piccola falda di idrocele a sn. Solo con manovre provocative ed esame color-Doppler si evidenzia lieve reflusso venoso sopratesticolare a sn, compatibile con varicocele di 1°-2°; non segni di varicocele a dx.

Il dolore dopo un lungo periodo era diventato più puntiforme parte finale dello scroto spostato a SX (sembrava come quando si ha una ferrita tante piccole fitte) quando il pene va in erezione alla mattina sento un dolore proprio in quel punto (alla base del pene?) e con il camminare si estendeva un fastidio a tutto il perineo come un brucciore. In questa ultima settimana un pò meglio devo dire a parte oggi.

A questo punto faccio ulteriori controlli una rettoscopia, per delle ragadi e degli episodi di sangue nelle feci, nulla da segnalare, sangue occulto nelle feci negativo, mentre mi visitava il professore mi ha premuto nella zona del perineo e mi fa vedere le stelle dice non è la prostata ma l’uretra.

Il risultato della citoscopia urinaria risulta negativo

Dico la verità non vorrei che le ematurie presenti negli esami delle urine (quelli di una settimana fa tornate quasi alla normalità) abbiano fuorviato visto che è da molto che sono presenti e che si sommino due problematiche una relativa al svuotamento della vescica e l’altra legata all’evento con perdita di una goccia di sangue e al successivo (due gg) insorgere di questi dolori.

Aggiungo l’ultima cosa durante la defecazione esce molto liquido, sembra trasparente un po’ biancastro, a questo punto ho guardato “come siamo fatti da quelle parti” è mi è venuto un grande dubbio e se ci fossero dei problemi alle ghiandole di cowper? Come mi devo comportare?

Risponde il medico Dott. Riccardo Autorino

E’ assolutamente possibile e non ritengo che l’accaduto sia dovuto ad una confezione “andata a male del farmaco” : l’eiaculazione retrograda in corso di terapia con tamsulosina ГЁ un effetto collaterale frequente ma non necessariamente presente e si puГІ manifestare con una certa variabilitГ , anche nello stesso paziente.

E’ utile o controindicato curare la prostata con Avodart-0,5 e Ominc 0,4 cpntemporaneamente?

Sono in cura da anni con prostaforce. L’urologo mi ha aggiunto urodie ; c’ГЁ qualche prodotto – non farmaco- che posso assumere al suo posto ?

PSA 0,50,buona minzione e buon afflusso spermatico-prendo AVODART 0,50 da quasi tre anni in maniera continuativa.Posso interrompere l’assunzione del farmaco per un certo periodo oppure alternarlo?Grazie

Gentile Signore,
l’unica cosa su cui deve focalizzare la sua attenzione ГЁ la presenza di focolai di PIN di alto grado.
Il PIN ГЁ una lesione pre-maligna che puГІ (ma non necessariamente) evolvere in tumore della prostata. Pertanto almeno ogni 6 mesi dovrГ sottoporsi ad una visita specialistica ed eventualemente a biopsie prostatiche che escludano questa evenienza.

ho fatto la biopsia prostatica e non e’ risultato alcuna anomalia tumorale. comunque dovro’ rivedere il psa tra tre mesi soltanto. In urologia non mi hanno dato alcun farmaco da prendere ma il mio medico curante anche se e’ d’accordo con loro mi suggerirebbe prendere il PERMIXON 1 cps al di. Mi dice che e’ un prodotto che non puo’ fare assolutamente male. Posso prenderlo?

Risponde il medico Dott. Davide Arcaniolo

buonasera da circa un anno mi sveglio la notte con un forte bisogno di urinare ma esce molto lentamente e con dolore alla fine del pene mi dareste un consiglio.grazie.

You Might Also Like