Domande frequenti

  • Casa di Cura Sanatrix – Roma; tel 06-86321981

20. Dove è possibile eseguire un’ecografia renale, vescicale e prostatica transrettale?

2. Ingrossamento benigno della prostata e tumore sono situazioni molto diverse?
Si tratta di due malattie distinte. Gli uomini affetti da ipertrofia benigna (IPB) non devono temere che la malattia si trasformi in tumore maligno. Il tumore maligno (carcinoma) si può sviluppare sia in soggetti con prostata ipertrofica così come in soggetti senza altre malattie prostatiche. Infatti mentre l’ipertrofia benigna interessa la porzione centrale della ghiandola, il carcinoma prende origine da una zona differente della prostata: la parte periferica. Proprio per questo il tumore non dà sintomi se non nella fase avanzata (a differenza della IPB) perché non arriva a comprimere il canale uretrale.

  • Casa di Cura Sanatrix – Roma; Prof. Roberto Miano: tel 06-86321981
  • Casa di Cura Assunzione di Maria Santissima – Roma; Dott. Cosimo De Nunzio: tel 06-8537231

23. Dove è possibile eseguire esame Trimprob?

3. Qual è l’affidabilità del PSA come marcatore del tumore prostatico? Quali altri esami è consigliabile eseguire?
Il test del PSA non è specifico. La specificità di organo non corrisponde ad una specificità di patologia. I valori possono alterarsi in rapporto a stati infiammatori (prostatite acuta febbrile, prostatite subacuta e cronica) o ad altre condizioni prostatiche benigne. Si è cercato di migliorare la specificità del PSA ricorrendo ad alcune modifiche come il dosaggio del PSA libero (PSA free) e il rapporto PSA libero/PSA totale, ottenendo un certo miglioramento della specificità sebbene il problema non si sia risolto. Rimane alta la percentuale dei “falsi positivi”, cioè dei casi in cui il PSA è elevato in assenza di tumore. Altri esami più complessi di approfondimento sono il PCA3, il PHI e la risonanza magnetica della prostata con studio spettroscopico. Sarà l’urologo, in base a molti parametri clinici e diagnostici del singolo caso, a consigliare gli eventuali approfondimenti.

14. Quali vantaggi offre il trattamento con laser verde (Greenlight) nella IPB?
Il vantaggio principale è la pressoché totale assenza di sanguinamento che comporta, a sua volta, una semplificazione del decorso post-operatorio con rimozione rapida del catetere vescicale (entro 24-48 ore) e una dimissione altrettanto rapida, con ritorno precoce alle normali attività lavorative. Fino ad oggi, inoltre, non sono stati segnalati disturbi della potenza sessuale.

19. Dove è possibile eseguire l’intervento per ipertrofia prostatica con il laser verde (Greenlight)?

You Might Also Like