Calcificazioni della prostata terapia

Gent.mo signore, i farmaci che assume non causano l’impotenza; l’Avodart perГІ puГІ (ma non ГЁ frequente) causare una diminuzione della libido. PEr verificare le cause di un deficit dell’erezione occorre una approfondita analisi con l’andrologo o urologo di riferimento.

Risponde il medico Dott. Francesco Sanguedolce

Dopo i 50 anni di etГ ГЁ sempre piГ№ frequente il riscontro dei primi sintomi di una ipertrofia prostatica, che spesso sono proprio il bisogno di alzarsi la notte ad urinare (nicturia) e un getto urinario ridotto. I sintomi che Lei riferisce, tuttavia, potrebbero essere anche correlati ad una prostatite e/o infezione delle vie urinarie. Sicuramente sarebbe utile un controllo dall’Urologo, previa esecuzione di alcuni accertamenti come es. urine, urinocoltura, PSA.

Anche alcuni estratti vegetali come la Serenoa Repens potrebbero fornire un contributo nel trattamento delle prostatiti croniche.

Soffro da tempo di prostatite sensa sapere la causa. Impedimento ad urinare. Premesso che ho un pene piccolo.

Risponde il medico Dott. Giulio Milanese

Risponde il medico Dott. Stafano Paparella

Risponde il medico Dott. Lorenzo Ruggera

Risponde il medico Dott. Riccardo Autorino

La scansione longitudinale permette di definire meglio la concorrenza di una distensione essudativa della guaina di scorimento del capo lungo del bicipite .

Un’altra comune manifestazione infiammatoria della spalla è l’infiammazione della borsa subacromion deltoidea (traumatica ed acuta o cronica da reiterati fenomeni d’attrito ad esempio in presenza di grosse calcificazioni o di sindromi da conflitto osseo)
Questa borsa è disposta nello spazio subacromiale, uno spazio stretto (comunque mai inferiore a 8mm) tra la spina acromiale della scapola e l’omero (l’osso del braccio).
Riccamente innervata, la borsa ha in condizioni normali al suo interno una piccola quantità di liquido (lo spessore normale è 1.5mm) della borsa, stimando l’entità dell’infiammazione (indicando al medio la giusta potenza della terapia antiinfiammatoria fin ad indicare la necessità d’infiltrazioni od altre procedure invasive) e valutandone la natura acuta (in genere si osserva solo infiammazione senza alterazioni della membrana) o croniche (il panno sinoviale che comporta ispessimento sclerocciatriziale della membrana e aderenze interne), distinguendo le forme emorragiche ed identificando concorrenti alterazioni della restante cuffia dei rotatori (tipicamente coinvolta in corso di periartrite)

Grazie ad essa è infatti possibile dimostrare l’incremento della quantità di liquido all’interno della guaina (si può dimostrarne e valutarne l’entità valutando l’incremento di spessore, oltre i fisiologici 1.5mm, e l’estensione), cui coesiste, nelle immagini, coesiste una distensione essudativa della borsa subacromion deltoidea, borsite.

Le prime sono delle affezioni acute, infiammatorie, dei tendini. A livello della cuffia dei rotatori più spesso del tendine capo lungo del bicipite omerale.
Questo tendine si fissa sulla doccia bicipitale e controlla il sollevamento del braccio ed un trauma da caduta (facendo leva sulla spalla) od uno stiramento dell’arto possono infiammarne la guaina di scorrimento (il tendine vi passa dentro come in un tunnel grazie ad un esile film liquido che evita l’attrito).

Diagnostica delle principali patologie di interesse ortopedico reumatologiche dell’articolazione scapolo-omerale: dalle tendiniti e borsiti alle periartriti, dalla spalla dolorosa (o bloccata) alla rottura della cuffia. La sindrome da conflitto.

La periartrite , cos’è?
Con questo termine si è assommato, in mancanza di moderni supporti strumentali come l’ecografia e la Risonanza magnetica, tutto quel gruppo di malattie che radiologicamente escludevano una pertinenza delle strutture ossee della spalla e più in generale delle grosse articolazioni e che intuitivamente coinvolgevano i tessuti molli di sostegno, peri-articolari, con riferimento particolare ai tendini e muscoli la cui azione è alla base del movimento delle ossa.
In questo termine rientrano perciò tutta una serie di condizioni cliniche che comprendono processi infiammatori e degenerativi, rotture franche, parziali e totali della cuffia dei rotatori.

Ultimo Aggiornamento 11 Agosto 2013

La spalla è un articolazione complessa, in cui alterazioni osteoarticolari e/o muscolotendinee possono associarsi nell’indurre dolore e limitazione funzionale.

Nell’immagine sotto, la doccia è sì disabitata ma il tendine è sano seppur dislocato medialmente da lussazione completa metatraumatica .

immunitГ specifica o adattativa: comprende mediatori chimici e cellulari responsabili di una risposta difensiva piГ№ potente e mirata (virtualmente in grado di riconoscere qualunque forma di antigene), ma piГ№ lenta. Г€ evolutivamente piГ№ recente e poggia sulla risposta aspecifica per numerose funzioni di presentazione e distruzione degli antigeni. Si divide a sua volta in:

Reperire una atrofia ghiandolare , viene considerato come un esame istologico negativo, cioГЁ non preoccupante.
Va da se valutare se il paziente che ha fatto la biopsia prostatica , nonostante l’esame escluda tumore , abbia dei sintomi legati alla infiammazione o meno (LUTS). In tal caso una terapia medica ГЁ consigliata periodicamente per ridurre la componente flogistica, i sintomi avvertiti, ma sopratutto il psa alterato , per il quale siete stati costretti ad effettuare la biopsia.
La maggior parte degli urologi , trascura queste risposte rimandando al solo problema di aver escluso la neoplasia ma non preoccupandosi della salute della prostata che sta invece soffrendo (silenziosamente oppure sintomaticamente).

ATROFIA GHIANDOLARE SEMPLICE

immunitГ aspecifica o innata: comprende mediatori chimici (responsabili dell’infiammazione) e cellulari responsabili di una prima linea di difesa contro le aggressioni. Г€ evolutivamente piГ№ antica e consente il riconoscimento di un repertorio limitato di antigeni. Riconosce una generica condizione di pericolo e pone il sistema immunitario in una condizione di “allarme”, che favorisce lo sviluppo dell’immunitГ specifica

a. immunitГ specifica umorale (cioГЁ mediata da anticorpi).
b. immunitГ specifica cellulo-mediata

_______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

IL PAZIENTE RITIRA IL SUO ESAME ISTOLOGICO E RIMANE CON IL SUO PSA ALTO.

IL SISTEMA IMMUNITARIO e il PROCESSO INFIAMMATORIO DELLA GHIANDOLA PROSTATICA


La numerosa mole di lavori che saranno citati in calce consiglia invece una periodica assunzione di farmaci antibiotici, antiinifammatori in risposta ai continui inneschi di infiammazione portati avanti da germi che risalgono per via ascendente o discendente ma anche da processi autoimmunitari la cui genesi si sta attentamente studianto.. Solo in questa maniera si puГІ stoppare una situazione in continua evoluzione, migliorare i sintomi ed abbassare il psa.
Vi saranno consigliati alcuni schemi terapeutici tratti dalla letteratura e dalla esperienza di numerosi urologi ( e non dalle sponsorizzazioni). Ciascuno di questi schemi verrГ dettagliatamente analizzato principio per principio correlandolo alle fasi di infiammazione della ghiandola e specificandone il meccanismo di azione. Di ciascun lavoro vi sarГ dato il riferimento bibliografico.

Nella maggior parte dei referti delle biopsie prostatiche , compare la dizione . ATROFIA SEMPLICE.
Atrofia significa riduzione della massa di tessuto ghiandolare prostatico causata dalla diminuizione del numero delle cellule o delle loro dimensioni.
PuГІ essere :
LOCALIZZATA localizzata in un punto della prostata oppure ESTESA all’intera ghiandola.
ATROFIA LOCALIZZATA
E’ dovuta a fatti cicatriziali conseguenti a fenomeni ischemic i o infiammazioni croniche e come tale rappresenta piГ№ un processo riparativo che non una atrofia in senso stretto. Se compare nell’esame istologico assieme alla segnalazione di tessuto flogisitico (flogosi acuta e cronica), rappresenta una delle iniziali trasformazioni verso la PIA e la HGPIN , lesioni che potranno evolvere in adenocarcinoma. (ma ne siamo molto lontani)
ATROFIA GENERALIZZATA
E’ secondaria alle alterazioni ormonali (aumento della quota estrogenica – riduzione del testosterone, libero incremento del diidrotestosterone) , tipiche della etГ e si caratterizza per la completa assenza di tessuto ghiandolare.

You Might Also Like